[REQ_ERR: UNKNOWN] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. Gli stipendi di Mose | Gianluca Semprini Blog

Gli stipendi di Mose

image

Il giochino ci è arcinoto, quasi familiare. Una grande opera (il Mose) attira gli appetiti di potenti vari (politici, magistrati, uomini delle forze dell’ordine), le aziende che lavorano gonfiano i costi, compilano false fatture, creano fondi neri. Quei soldini viaggiano un po’ fuori dall’Italia, poi rientrano o restano in conti esteri. I destinatari? Coloro che devono controllare sulla correttezza dei lavori. Vediamo leggendo le carte quanti si sarebbero messi in tasca. Più che tangenti, questa volta si tratta di stipendi. L’opera e’lunga nella realizzazione, e la corruzione anche prolungata.

Al MAGISTRATO PATRIZIO CUCCIOLETTA Presidente del Magistrato delle Acque di Venezia e Provveditore alle Opere Pubbliche per il veneto del Ministero delle Infrastrutture il Consorzio Nuova Venezia avrebbe corrisposto UNO STIPENDIO di 400 mila euro annui, un POSTO DI LAVORO PER LA FIGLIA FLAVIA da 27600 euro annui e UNA CONSULENZA PER IL FRATELLO ARCHITETTO PAOLO da 38.000 euro
ALLA COLLEGA MARIA GIOVANNA PIVA che occupava le stesse mansioni, ovviamente uguale stipendio. 400 MILA euro annui.
A MARCO MILANESE, consigliere politico, tra l’altro del Ministro dell’Economia Tremonti, 500 mila euro per far sbloccare fondi destinati al Mose.
Sempre dal CONSORZIO VENEZIA NUOVA venivano promessi al fine di evitare controlli fiscali 2.500.000 euro (avete letto bene, quello che ho letto sulle carte dei magistrati) all’allora COMANDANTE INTERREGIONALE DELL’ITALIA CENTRALE DELLA GUARDIA DI FINANZA, generale di Corpo d’armata EMILIO SPAZIANTE.
250 mila euro annui al CHISSO RENATO , assessore regionale alla mobilita’.
a VITTORIO GIUSEPPONE MAGISTRATO IN SERVIZIO PRESSO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE DI CONTROLLO DI VENEZIA 400 mila euro all’anno diventati dopo sei anni circa di 600 mila euro (insomma anche le tangenti – stipendi si adeguano all’inflazione)
Dulcis in fundo per ottenere pareri vincolanti (positivi) sul progetto definitivo del sistema Mose e per l’ok ai progetti sulle scogliere esterne alle bocche di porto Malamocco e Chioggia uno stipendio annuale di 1 milione di euro a GIANCARLO GALAN, ex GOEVERNATORE DEL VENETO.

Lascia un Commento